Open Taranto: concorso per un Piano di recupero valorizzazione e rigenerazione della città vecchia

Open Taranto: concorso per un Piano di recupero valorizzazione e rigenerazione della città vecchia

Taranto, Italia  2016

Il piano proposto, sviluppato da un gruppo interdisciplinare di progettisti coordinato da Telos Architetti, ha cercato di individuare il processo di rigenerazione urbana attraverso l'approfondimento e lo sviluppo di queste tematiche: valorizzazione dell' identità e rinnovamento dell' immagine e di Taranto per rafforzare la sua centralità mediterranea; trasformazione degli spazi urbani e amplificazione dell'offerta di servizi, finalizzate alla rigenerazione economica, sociale e al turismo.  I punti di partenza sono stati la valorizzazione del patrimonio naturalistico e architettonico, il rafforzamento del rapporto città-mare, l'accessibilità e la mobilità sia interna che esterna, il recupero e la sostenibilità ambientale, la condivisione sociale delle nuove attività e la sicurezza dei luoghi.  Questi gli interventi ritenuti prioritari.  Riorganizzazione del Waterfront Sud e del Waterfront Nord come luoghi di concentrazione di nuove funzioni e spazialità legate alla presenza mare e non solo.  Costruzione lungo il Waterfront Nord del nuovo edificio MANTA, sede del Museo dell'Acqua e della Natura di Taranto e del Laboratorio Partecipato dell'opera di bonifica del Mar Piccolo. Nuovo ponte pedonale mobile di collegamento tra l'isola della Città Vecchia e la città di Taranto per collegare direttamente il Museo Archeologico Nazionale  MARTA ed il nuovo museo MARTA. Risanamento, trasformazione e valorizzazione della parte più degradata degli isolati che si affacciano sul Waterfront Nord (Ambito 5), con inserimento di cohousing, coworking, servizi al turismo e di un Laboratorio di Attività Culturali, Artistiche e Imprenditoriali (start up) legate all'idea ed all'uso della città contemporanea. Riconsiderazione degli spazi pubblici con interventi di risanamento, di arredo urbano e di inserimento di un sistema integrato informativo e di illuminazione, funzionale alla multiusabilità dei luoghi e al turismo consapevole. Nelle illustrazioni oltre alle tavole di Concorso sono presenti studi di approfondimento sugli interventi previsti per la trasformazione dell'Ambito 5. I PDF in allegato permettono la visualizzazione con ingrandimento parziale delle Tavole di Concorso.

 

 

Telos Architetti (Capogruppo e Coordinamento) con Maurizio Trovatelli consulente per il recupero e la valorizzazione dei beni architettonici.